Il negozio per il tuo sport

Non hai articoli nel carrello.

Come potenziare le facoltà mentali

Introduzione

Aumentare le proprie capacità di attenzione e di concentrazione permette di migliorare decisamente le prestazioni mentali, nello studio così come nel lavoro. A volte, però, stanchezza, stress e varie distrazioni impediscono di sfruttare tutto il potenziale a disposizione, creando una grande dispersione di energie mentali. Molto utili in questa circostanza, oltre ad una buona dormita, sono i nootropi, sostanze naturali che aumentano le capacità cognitive. I nootropi si possono assumere sottoforma di integratori, così come le vitamine e i minerali, altre sostanze che favoriscono l’aumento dell’attenzione e della concentrazione. Vediamo alcuni, scoprendo i vantaggi che possono offrire.

Acidi grassi omega-3

Gli integratori a base di olio di pesce contengono grandi quantità di acido docosaesaenoico (DHA) e di acido eicosapentaenoico (EPA), due tipi di acidi grassi omega-3, che sono considerati benefici per la salute sotto molti aspetti, incluso il potenziamento e la preservazione della facoltà mentali. Il DHA svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della struttura e della funzionalità del cervello; ricopre il 25% del grasso totale e il 90% del grasso omega-3 presente nelle cellule cerebrali.

L’EPA, l’altro omega-3 contenuto nell’olio di pesce, produce effetti antinfiammatori per proteggere il cervello da possibili danni e dall’invecchiamento.

L’assunzione di integratori di DHA è stata associata ad un miglioramento delle capacità cognitive, della memoria e dei tempi di reazione; rappresenta anche un notevole beneficio per le persone affette da un blando declino delle funzioni cerebrali.

L’EPA, diversamente, non è sempre associato con un incremento delle capacità cognitive ma, in persone affette da depressione, favorisce un miglioramento dell’umore.

L’assunzione di olio di pesce, che contiene entrambi gli acidi grassi DHA ed EPA, aiuta a ridurre il declino delle funzioni cerebrali dovuto all’età.

Resveratrolo

Il resveratrolo è un antiossidante presente naturalmente nella buccia dei frutti rossi come l’uva, le more e i mirtilli. Si trova anche nel vino rosso, nella cioccolata e nelle arachidi. Alcune ricerche suggeriscono che assumere integratori di resveratrolo possa prevenire il deterioramento dell’ippocampo, un’importante parte del cervello associata alla memoria. In caso questo fosse provato, un trattamento del genere potrebbe rallentare i processi degenerativi a carico del cervello che si manifestano con il passare degli anni.

Inoltre il resveratrolo aiuta a migliorare la memoria, come dimostrato in questo studio su pazienti adulti, che hanno assunto 200mg al giorno di integratori per un periodo di 26 settimane.

Caffeina

La caffeina è uno stimolante naturale molto comune nel tè, nel caffè e nella cioccolato fondente. Anche se sono disponibili integratori di caffeina, questa può essere assunta in grandi quantità attraverso gli alimenti e le bevande che consumiamo ogni giorno. Gli integratori sono pensati più per gli atleti o per chi svolge attività dal ritmo fisico e mentale molto elevato, e comunque per un periodo molto breve di tempo.

La caffeina agisce sul cervello stimolando il sistema nervoso centrale, riducendo il senso di stanchezza e mantenendo alto il livello di allerta.

La quantità di caffeina presente in una tazzina varia dai 50 mg ai 300 mg, a seconda della lunghezza del caffè; di solito, per la maggior parte delle persone, la dose consigliata, sicura e che permette di offrire benefici, è intorno ai 200mg al giorno.

Assumere caffeina oltre i limiti può essere controproducente, in quanto causa di alcuni effetti collaterali come la tachicardia, l’ansia e l’insonnia.

Acetil-L-carnitina

L’Acetil-L-carnitina è un aminoacido prodotto naturalmente dal corpo e svolge un ruolo importante nel nostro metabolismo, in particolare per quanto riguarda la produzione di energia. Assumere integratori di Acetil-L-carnitina aumenta il livello di allerta, migliora la memoria e rallenta i processi cerebrali degenerativi provocati dall’età; non solo, alcuni studi suggeriscono che possa anche prevenire i disturbi degenerativi e favorire una maggiore capacità di apprendimento.

Rodiola rosea

Integratore che prende il nome dall’omonima pianta, tra le più note della medicina tradizionale cinese, serve a promuovere il benessere e la salute del cervello, migliorando i processi mentali grazie alla riduzione della sensazione di fatica e di stanchezza.

Al momento ci sono diversi opinioni riguardo la sua effettiva efficacia, ma sono presenti evidenze scientifiche dei suoi effetti benefici sulla funzioni cerebrali, come dimostra più di uno studio (come questo inglese o questo russo).

Un ruolo molto importante nello sviluppo, nel miglioramento e nel mantenimento delle funzioni cognitive, viene svolto dalle vitamine e minerali, sostanze fondamentali per il nostro organismo. Come per nootropi, anche vitamine e minerali possono essere assunti attraverso integratori alimentari.

Vitamine del gruppo B

Le vitamine sono ben conosciute per il loro ruolo di potenziamento dell’energia, dell’attenzione e della concentrazione. Le vitamine del gruppo B sono essenzialmente coinvolte in ogni attività, dalla conversione dei nutrienti in neurotrasmettitori (come la serotonina) alle funzioni mitocondriali.

In altre parole, conferiscono alla mente maggiore energia, migliori capacità cognitive, più alta concentrazione e aumentata memoria. Chi ha carenze di vitamine del gruppo B presenta anche minori capacità di apprendimento, meno energia e maggiore propensione alla distrazione.

In particolare, le vitamine più importanti sono la niacina (B3), il folato (B9) e la B12; cibi come i fagioli verdi, le patate, gli asparagi, le uova, il formaggio, gli spinaci, il latte e l’avocado ne sono ricchi. Tuttavia, è possibile assumere vitamine del gruppo B anche attraverso specifici integratori.

Vitamine D3

La vitamina D3 è uno dei migliori integratori che si possono prendere per incrementare i livelli di attenzione e di concentrazione. Risulta essere fondamentale per la salute delle funzioni nervose ed è coinvolta in centinaia di processi che si svolgono nel nostro organismo, dalla stabilizzazione dell’umore alla fortificazione delle ossa.

Come riportato su Scientific American, bassi livelli di vitamina D3 sono correlati con ridotte funzioni cognitive, minore energia e depressione. La carenza di vitamina D3 nel mondo occidentale è molto diffusa (ne soffre circa il 50% della popolazione), motivo per cui è molto alto il rischio di sviluppare, nel tempo, problemi di salute sia per il corpo che per la mente. Il rischio di carenza di vitamina D è più alto nei vegani e nei vegetariani trovandosi essa in quantità abbondanti nel salmone, nello sgombro, nel tonno, nelle ostriche e nei gamberi. Tuttavia, è utile anche un’esposizione giornaliera (sicura) al sole di circa 20-30 minuti.

Per chi avesse problemi ad assumere vitamina D3 in modo naturale, con i cibi o la luce solare, può farlo attraverso gli integratori alimentari.

Magnesio

Il magnesio è un minerale essenziale che può essere assunto su base giornaliera come integratore alimentare. Nelle ricerche cliniche, questo minerale ha dimostrato la sua importanza nello sviluppo corretto delle ossa e del loro mantenimento e nel miglioramento delle prestazioni fisiche duranti gli allenamenti. Il magnesio è inoltre coinvolto in migliaia di reazioni chimiche nell’organismo (è molto importante per la conversione di molte vitamine del gruppo B nella loro forma attiva). Altri benefici derivanti dalla sua assunzione sono una maggiore calma, un minor senso di ansia, una memoria migliore e, di conseguenza, un più alto livello di attenzione e di concentrazione.

Il magnesio è presente in grandi quantità nei seguenti alimenti: mandorle, anacardi, cioccolata fondente, avocado, semi e spinaci.

Dieta a zona: la giusta proporzione tra carboidrati, proteine e grassi

I presunti benefici per la salute, offerti dalle diete a basso apporto di carboidrati, sono stati sostenuti in maniera intermittente nell’arco degli ultimi cento anni e hanno riscontrato una crescente popolarità a partire dagli ultimi decenni.

Nonostante la maggior parte delle teorie si basi sull’assunto che un eccesso di carboidrati sia alla base di molte malattie croniche, le specifiche ideologie variano di caso in caso. La dieta zona è una delle teorie più famose riguardo la possibilità di ridurre i carboidrati (in maniera non drastica), valorizzando l’apporto di altri nutrienti, come le proteine e i grassi, in maniera equilibrata. Il grande vantaggio della dieta a zona è quello di fornire il giusto quantitativo di nutrienti e di influenzare in maniera positiva il metabolismo degli eicosanoidi, attivando anche una serie di reazioni biologiche volte a potenziare il sistema immunitario, a ridurre il rischio di malattie, a favorire la perdita di peso e ad ottimizzare le prestazioni fisiche e mentali.

Una dieta a zona non deve mai essere improvvisata tramite il fai da te, ma necessita di un supporto costante di un professionista.

Vedi tutti i marchi di integratori a prezzo scontato in vendita su Multipoweronline: ti offriamo solo il meglio
2005 - 2017 © MultiPowerOnline.it di GIANIK snc - Tutti i diritti riservati - P.IVA 02091120507